• Italiano
  • English

menu

ATENEO DI QUALITÀ ACCREDITATO ANVUR - FASCIA A

Laurea magistrale in Finanza e Risk Management (FRIM) 2014-15

Ambiti occupazionali

Società di gestione del risparmio, organi di vigilanza del sistema finanziario e società di valutazione del rating finanziario; uffici tecnici e uffici di programmazione delle organizzazioni ed aziende del sistema finanziario; attività di consulenza nell'area finanziaria e assicurativo previdenziale, della gestione dei rischi aziendali e dei processi assicurativi; gestione di portafogli, servizi di analisi finanziaria; gestione finanziaria di imprese industriali e commerciali.

Contenuti

Classe di appartenenza: LM -77 delle lauree magistrali in scienze economico-aziendali.

Attività formative I anno (62 cfu)
Analisi e previsioni dei mercati finanziari (9 cfu)
Diritto dei mercati finanziari (6 cfu)
Finanza matematica (12 cfu)
Finanziamenti d’azienda (9 cfu)
Governance e gestione del rischio (12 cfu)
Storia dei mercati finanziari (6 cfu)
Tecnica delle assicurazioni e delle forme pensionistiche (8 cfu)

Attività formative II anno (58 cfu)
Bilancio e comunicazione finanziaria (8 cfu)
Insurance, investment banking e real estate finance (10 cfu)
Modelli statistici con applicazioni finanziarie (6 cfu)
Risk management e creazione del valore nelle banche (9 cfu)-Label di Conformità AIFIRM
Inglese (idoneità B1+)  (3 cfu) - Da sostenere obbligatoriamente prima degli esami del secondo anno
Attività a scelta (8 cfu)
Tesi (14 cfu)

Per gli studenti iscritti al FRIM sono disponibili diverse opportunità di scambio internazionale.

Accesso

Il corso è ad accesso libero (senza numero programmato).
Per accedere è necessario:
- rispettare determinati requisiti curriculari.
- superare una prova di ammissione per la verifica della preparazione personale (DM 270/04), se ci si trova in almeno una di queste situazioni:
a) punteggio di laurea inferiore a 95/110;
b) titolo di studio straniero. 

Requisiti curriculari
I requisiti curriculari richiesti per l'accesso corrispondono ai contenuti di base dei corsi di laurea della classe L-18 (ex 270/04) o 17 (ex 509/99). Si richiede, inoltre, una conoscenza specifica delle tematiche inerenti al settore SECS-P/11.
In particolare: ai laureati nella classe 17 (ex 509/99) o L-18 (ex 270/04) sono richiesti almeno 20 CFU nel settore SECS-P/11.
L'accesso è consentito anche ai laureati in altre classi, purché abbiano acquisito almeno:
- 20 CFU in uno o più dei seguenti settori SECS-P/11, SECS-P/09;
- 10 CFU in uno o più dei seguenti settori SECS-P/07, SECS-P/08;
- 10 CFU in uno o più dei seguenti settori SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03, SECS-P/06, SECS-P/12;
- 10 CFU in uno o più dei seguenti settori: SECS-S/01, SECS-S/03, SECS-S/06.
Chi deve procedere ad integrazioni curriculari può farlo prima del conseguimento del titolo di laurea triennale, sostenendo gli esami corrispondenti ai debiti. Gli studenti iscritti ad un corso di laurea triennale di Economia di Parma possono farlo nell’ambito dell’Attività a scelta oppure sostenendo esami aggiuntivi rispetto ai 180 crediti richiesti per il conseguimento del titolo di laurea triennale. Chi non è iscritto ad un corso di laurea triennale di Economia di Parma, può effettuare le integrazioni curriculari presso altra sede oppure iscrivendosi ad esami singoli.
In ogni caso le integrazioni curriculari devono essere effettuate prima della verifica della preparazione individuale.

Prova di ammissione
La prova di ammissione (per i candidati con voto di laurea inferiore a 95/110 oppure con titolo di studio straniero) si terrà nelle seguenti date:
- 16 luglio 2014 - ore 11 aula I
- 10 settembre 2014 - ore 11 aula I
- 10 dicembre 2014 - ore 11 aula I
Occorre presentare domanda (da consegnare al Front Office di Economia o da inviare – scansionata – a frontoffice.economia@unipr.it). Le domande verranno accettate fino alle ore 12 del giorno precedente le date della prova. Il modulo di domanda e gli esiti delle prove (quando disponibili) sono scaricabili a destra (Link e download).
Non è possibile sostenere la prova di ammissione per più di due volte.
Lo studente che, durante il test, sarà sorpreso a copiare, non potrà sostenere le prove successive.
La prova, della durata di due ore, si terrà in forma scritta: si tratta di un insieme di domande a risposta breve volte a verificare la capacità del candidato di seguire con profitto i corsi della laurea magistrale. In particolare, il candidato deve avere una sufficiente conoscenza delle parti fondamentali dei seguenti argomenti:
Gli intermediari del mercato finanziario/creditizio (in particolare banche, leasing, factoring, fonti d’investimento); - Le principali forme di raccolta e di impiego degli istituti di credito e i principali servizi da loro offerti; - Gli strumenti finanziari (azioni, obbligazioni, derivati, etc.); - Gli strumenti creditizi (aperture in c/c, mutui, etc.), tassi fissi e tassi variabili; - L’attività della Banca Centrale Europea; - Il calcolo differenziale (le derivate delle principali funzioni e la forma delle funzioni elementari); - Le formule fondamentali di matematica finanziaria (valore attuale, etc.); le principali caratteristiche di un mutuo; - Rendimento, prezzo delle attività, aspettative e rischio;- Le principali voci dello stato patrimoniale e del conto economico; – gli indici di bilancio; - Convenienza relative delle varie fonti di finanziamento delle imprese e il loro effetto sul rischio; - Gli organi di vigilanza; - Le principali determinanti delle funzioni del consumo e dell’investimento; - Le principali componenti del bilancio pubblico; - la politica fiscale e la politica monetaria; - Il tasso di cambio e la convenienza ad investire all’estero in relazione ai tassi d’interesse, al rischio, alle aspettative di apprezzamento/deprezzamento.
Nella sezione Link e download è possibile prendere visione dei test delle prove precedenti.
 

Pubblicato Giovedì, 8 Maggio, 2014 - 15:22 | ultima modifica Martedì, 14 Luglio, 2015 - 16:23